20/11/2017

Il padrone del Labrador

Non che sia una maestra educatrice cinofila di esperienza ventennale, ma sono una pignola che per deformazione professionale (sono mamma di tre bambini, uno autistico) ha capito che non serve avere solo buone intenzioni se a quelle non uniamo un po’ di tecnica.

Il padrone del labrador non è un ruolo adatto a tutti, mi permetterei di dire che qualunque cane non è adatto a tutti ma ci sono razze dette “da compagnia” che si fanno conoscere come “poco impegnative” e dunque “adatte anche a persone alle prime esperienze”: ok… non le conosco ma non lo escludo. Comunque, il padrone del labrador deve iniziare ricordandosi che le regole sono regole e esistono per aiutarci a convivere in pace gli uni con gli altri.

AL LABRADOR SERVONO REGOLE

Dateli una settimana di ambientazione pure, ma poi iniziate a capire anche voi che se oggi dite “no, non puoi” e domani cedete il cane non ci capisce niente. Fattevi aiutare da un educatore, capisco che ci sia un costo ma sicuramente MOLTO MINORE che non lasciare che il peloso vi mangi mezza casa per poi andare dall’educatore disperati.
In media le lezioni per il corso Puppy (corso che consiglio a tutti) vanno dai 25 ai 30 eur a lezione, servono 5 o 6… e non vi insegneranno soltanto trucchetti che potresti imparare anche vedendo video in youtube, vi insegneranno a comportarvi di fronte al cane, vi correggeranno dal vivo e in diretta su atteggiamenti che forse voi non riconoscete come “comportamenti problema” ma che in fondo sono alla base delle difficoltà di comunicazione vostra e del vostro labrador.
Il padrone del Labrador deve essere pronto a non farsi comperare da quei occhi dolci. Vi prego… lui sa che lo guardate.
Il padrone del Labrador deve essere organizzato, le scarpe fuori posto sono un richiamo al quale il piccolo non sa sottrarsi, ricordate la ricerca dove si conferma che l’odore del padrone provoca nel cervello del cane la stessa reazione chimica che si verifica nell’umano innamorato? aggiungiamoci la consistenza del cuoio/tomaia in simil pelle/tessuto? libidine per i denti del nostro Lab?

Il padrone del Labrador Retriever DEVE-DEVE-DEVE capire che un Labrador non migliore l’educazione crescendo, non diventerà più calmo e capirà ogni vostra parola se lasciate passare i mesi, non imparerà NIENTE se resta chiuso in recinto o in casa da solo per ore e ore.

DOVETE EDUCARLO VOI!

DOVETE trascorrere anche un’ora al giorno con lui dove vi dedicate a formare la sua mente canina in una mente canina con qualche concetto di educazione. SE RIUSCITE A ENTRARE NELL’OTTICA GIUSTA, OGNI SECONDO LO USERETE PER INSEGNARLI LE REGOLE E L’EDUCAZIONE DEL VOSTRO CANE DIVERRA’ UNO SPASSO, UN MOMENTO DI CONDIVISIONE, UN MODO DI VIVERE.

Siamo al 20 Novembre del 2015 e ho una labradorina tremenda, un terremoto che non ha precedenti a casa mia, all’inizio non capivo come approcciarmi a lei, lei saltava e mordeva e tirava, poi ho capito che comunicava nel modo sbagliato e solo da poco ho capito che lei è uguale ai miei altri cani, solo che lei ha bisogno di un umano tutto per sé, uno che la educhi quotidianamente e che sia la sua guida. In una settimana imparò a sedersi, un due a sedersi ogni volta quando è dentro casa, in un mese non ho più un terremoto dentro casa, tra qualche mese Billy completerà la sua maturazione ormonale, la crescita e per i 18 mesi sono sicura che sarà come Fara. Vivace, gioiosa ma educata. Sto dedicando tempo a lei come dedicherei tempo all’educazione di un figlio. Questo solo per farvi un esempio.

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more information

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close